logo mundoreishi

Controindicazioni del Ganoderma lucidum (reishi)

Il reishi è a tutti gli effetti un alimento inscritto nel registro europeo dei nuovi alimenti (http://ec.europa.eu/food/safety/novel_food/catalogue/search/public/index.cfm). Nonostante sia considerato un alimento, le sue numerose proprietà bioattive verso l’organismo umano, fanno sì che la sua assunzione possa presentare alcuni effetti secondari. Bisogna altresì considerare che anche i normali alimenti possono presentare controindicazioni se non assunti correttamente. Successivamente si espongono le principali contrindicazioni del reishi.

reishi contraindicaciones

Iniziamo parlando della tossicità del reishi: gli studi di tossicità effettuati somministrando dosi variabili di Ganoderma lucidum a topi, ratti, cani e conigli non hanno evidenziato segni di alterazione agli organi principali1. Gli studi di tossicità a lungo termine effettuati con ratti da laboratorio hanno mostrato che anche dosaggi equivalente a 1,87 g/kg/giorno durante 26 settimane non originavano effetti indesiderati sulle cavie.

Questo consumo è equivalente all’assunzione di 112,2 g di reishi in polvere al giorno per un individuo di 60kg di peso. Ovvero equivale a consumare in un giorno la dose consigliata per 4 mesi. 

Il reishi stimola le difese immunitarie, per questo non dovrà essere assunto da paziente soggetti a terapia immunosoppressiva, come per esempio le persone che hanno subito o subiranno un trapianto di organi che stanno essendo trattati. Farmaci immunosoppressivi vengono anche ricettati in alcuni casi di malattie autoimmuni. Nel caso non si stiano assumendo farmaci immunosoppressivi si dovrebbe consultare il proprio medico per vedere se il consumo di reishi può o no essere indicato. A questo link è possibile approfondire gli studi effettuati su reishi e malattie autoimmuni (http://www.ganoderma-reishi.com/el-reishi-contra-enfermedades/enfermedades-autoinmunes - Attualmente solo in lingua spagnola.

reishi-efectos-secundarios

Il reishi presenta attività anticoagulanti per questo il suo consumo è controindicato per quelle persone che stanno assumendo farmaci anticoagulanti come il Sintrom o il Coumadin (warfarin) o la Aspirina (Acido Acetil Salicilico), visto che il suo effetto potrebbe addizionarsi a quello dei farmaci. Per ulteriori informazioni si veda l’articolo intitolato: Il reishi e gli anticoagulanti orali come il Sintrom - Attualmente solo in lingua spagnola. Si deve prestare particolare attenzione nel caso in cui si consumino spore, micelio o estratto di reishi visto che la composizione chimica è differente da quella del reishi puro che si ottiene utilizzando solo il corpo fruttifero del fungo (carpoforo) e, per questo, potrebbe avere effetti anticoagulanti differenti i quali non sono ancora stati valutati. Di seguito si indicano le principali differenze esistenti tra il reishi puro e le spore di reishiil micelio di reishi e l’estratto di reishi.

Gli estratti o concentrati di reishi contenendo solo determinati composti del Ganoderma presentano livelli di tossicità e sicurezza differenti dal reishi puro. Per ulteriori informazioni si veda il video - Attualmente solo in lingua spagnola.

Il reishi è in grado di regolare il livello di zuccheri nel sangue e per questo può essere indicato per i soggetti diabetici2,3,4 (http://www.ganoderma-reishi.com/it/il-reishi-per-la-prevenzione-e-la-cura-delle-malattie/reishi-e-diabete). Per questo le persone con diabete che assumono reishi dovranno controllare più frequentemente i livelli di glucosio vista la sua possibile diminuzione. Nel caso si inizi ad assumerlo, si consiglia di non utilizzare estratti ma reishi puro in quantità limitate e di aumentarne le quantità assunte poco a poco per evitare le fluttuazioni dei livelli di glucosio dovuti alla sua ingesta.

Ad oggi non è stato descritto nessun effetto di allergenicità dovuto all’assunzione di reishi. Al contrario alcuni studi dimostrano che può essere utile contro le allergie5,6. Si vedano le pubblicazioni su reishi e allergie al seguente link: http://www.ganoderma-reishi.com/it/il-reishi-per-la-prevenzione-e-la-cura-delle-malattie/il-reishi-aiuta-a-calmare-le-allergie

 

Bibliografía

1 - Figlas D, Curvetto N., Medicinal mushroom reishi (Ganoderma lucidum). Main toxicity and allergenicity studies. Dosage, Posology and Side effects.

2- Pan, D., et al., Isolation and characterization of a hyperbranched proteoglycan from Ganoderma lucidum for anti-diabetes. Carbohydr. Polym., 2015. 117: p. 106-14.

3- Tie, L., et al., Ganoderma lucidum polysaccharide accelerates refractory wound healing by inhibition of mitochondrial oxidative stress in type 1 diabetes. Cell Physiol Biochem, 2012. 29(3-4): p. 583-94.

4- Wang, C.W., J.S.M. Tschen, and W.H.H. Sheu, Ganoderma lucidum on metabolic control in type 2 diabetes subjects - A double blinded placebo control study. Journal of Internal Medicine of Taiwan, 2008. 19(1): p. 54-60.

5- Bhardwaj, N., P. Katyal, and A.K. Sharma, Suppression of inflammatory and allergic responses by pharmacologically potent fungus Ganoderma lucidum. Recent Pat Inflamm Allergy Drug Discov, 2014. 8(2): p. 104-17.

6- Mizutani, N., et al., Effect of Ganoderma lucidum on pollen-induced biphasic nasal blockage in a guinea pig model of allergic rhinitis. Phytother Res, 2012. 26(3): p. 325-32.