logo mundoreishi

Controindicazioni del Ganoderma lucidum (reishi)

Il reishi è a tutti gli effetti un alimento inscritto nel registro europeo dei nuovi alimenti (http://ec.europa.eu/food/safety/novel_food/catalogue/search/public/index.cfm). Nonostante sia considerato un alimento, le sue numerose proprietà bioattive verso l’organismo umano, fanno sì che la sua assunzione possa presentare alcuni effetti secondari. Bisogna altresì considerare che anche i normali alimenti possono presentare controindicazioni se non assunti correttamente. Successivamente si espongono le principali contrindicazioni del reishi.

reishi contraindicaciones

Iniziamo parlando della tossicità del reishi: gli studi di tossicità effettuati somministrando dosi variabili di Ganoderma lucidum a topi, ratti, cani e conigli non hanno evidenziato segni di alterazione agli organi principali1. Gli studi di tossicità a lungo termine effettuati con ratti da laboratorio hanno mostrato che anche dosaggi equivalente a 1,87 g/kg/giorno durante 26 settimane non originavano effetti indesiderati sulle cavie.

Questo consumo è equivalente all’assunzione di 112,2 g di reishi in polvere al giorno per un individuo di 60kg di peso. Ovvero equivale a consumare in un giorno la dose consigliata per 4 mesi. 

Il reishi stimola le difese immunitarie, per questo non dovrà essere assunto da paziente soggetti a terapia immunosoppressiva, come per esempio le persone che hanno subito o subiranno un trapianto di organi che stanno essendo trattati. Farmaci immunosoppressivi vengono anche ricettati in alcuni casi di malattie autoimmuni. Nel caso non si stiano assumendo farmaci immunosoppressivi si dovrebbe consultare il proprio medico per vedere se il consumo di reishi può o no essere indicato. A questo link è possibile approfondire gli studi effettuati su reishi e malattie autoimmuni (http://www.ganoderma-reishi.com/el-reishi-contra-enfermedades/enfermedades-autoinmunes - Attualmente solo in lingua spagnola.

reishi-efectos-secundarios

Il reishi presenta attività anticoagulanti per questo il suo consumo è controindicato per quelle persone che stanno assumendo farmaci anticoagulanti come il Sintrom o il Coumadin (warfarin) o la Aspirina (Acido Acetil Salicilico), visto che il suo effetto potrebbe addizionarsi a quello dei farmaci. Per ulteriori informazioni si veda l’articolo intitolato: Il reishi e gli anticoagulanti orali come il Sintrom - Attualmente solo in lingua spagnola. Si deve prestare particolare attenzione nel caso in cui si consumino spore, micelio o estratto di reishi visto che la composizione chimica è differente da quella del reishi puro che si ottiene utilizzando solo il corpo fruttifero del fungo (carpoforo) e, per questo, potrebbe avere effetti anticoagulanti differenti i quali non sono ancora stati valutati. Di seguito si indicano le principali differenze esistenti tra il reishi puro e le spore di reishiil micelio di reishi e l’estratto di reishi.

Gli estratti o concentrati di reishi contenendo solo determinati composti del Ganoderma presentano livelli di tossicità e sicurezza differenti dal reishi puro. Per ulteriori informazioni si veda il video - Attualmente solo in lingua spagnola.

Il reishi è in grado di regolare il livello di zuccheri nel sangue e per questo può essere indicato per i soggetti diabetici2,3,4 (http://www.ganoderma-reishi.com/it/il-reishi-per-la-prevenzione-e-la-cura-delle-malattie/reishi-e-diabete). Per questo le persone con diabete che assumono reishi dovranno controllare più frequentemente i livelli di glucosio vista la sua possibile diminuzione. Nel caso si inizi ad assumerlo, si consiglia di non utilizzare estratti ma reishi puro in quantità limitate e di aumentarne le quantità assunte poco a poco per evitare le fluttuazioni dei livelli di glucosio dovuti alla sua ingesta.

Ad oggi non è stato descritto nessun effetto di allergenicità dovuto all’assunzione di reishi. Al contrario alcuni studi dimostrano che può essere utile contro le allergie5,6. Si vedano le pubblicazioni su reishi e allergie al seguente link: http://www.ganoderma-reishi.com/it/il-reishi-per-la-prevenzione-e-la-cura-delle-malattie/il-reishi-aiuta-a-calmare-le-allergie

 

Bibliografía

1 - Figlas D, Curvetto N., Medicinal mushroom reishi (Ganoderma lucidum). Main toxicity and allergenicity studies. Dosage, Posology and Side effects.

2- Pan, D., et al., Isolation and characterization of a hyperbranched proteoglycan from Ganoderma lucidum for anti-diabetes. Carbohydr. Polym., 2015. 117: p. 106-14.

3- Tie, L., et al., Ganoderma lucidum polysaccharide accelerates refractory wound healing by inhibition of mitochondrial oxidative stress in type 1 diabetes. Cell Physiol Biochem, 2012. 29(3-4): p. 583-94.

4- Wang, C.W., J.S.M. Tschen, and W.H.H. Sheu, Ganoderma lucidum on metabolic control in type 2 diabetes subjects - A double blinded placebo control study. Journal of Internal Medicine of Taiwan, 2008. 19(1): p. 54-60.

5- Bhardwaj, N., P. Katyal, and A.K. Sharma, Suppression of inflammatory and allergic responses by pharmacologically potent fungus Ganoderma lucidum. Recent Pat Inflamm Allergy Drug Discov, 2014. 8(2): p. 104-17.

6- Mizutani, N., et al., Effect of Ganoderma lucidum on pollen-induced biphasic nasal blockage in a guinea pig model of allergic rhinitis. Phytother Res, 2012. 26(3): p. 325-32.

Posso dare il Ganoderma lucidum (reishi) al mio animale da compagnia? Quantità e modalità di assunzione

Numerose persone ci hanno contattato perché desiderano dare il reishi puro in polvere ai propri animali chiedendoci quali dovrebbero essere le modalità di assunzione. Di seguito rispondiamo alle loro domande.

Riassunto dei contenuti

Il reishi è sicuro per gli animali, soprattutto se somministrato alle dosi consigliate che non dovrebbero essere comunque inferiori a 0,3 grammi al giorno nel caso di somministrazione per mantenimento/prevenzione e di 1,5 grammi al giorno nel caso di sintomi di decadenza. Visto la sicurezza del Ganoderma lucidum anche a dosi elevate, questi quantitativi possono essere aumentati in funzione del peso, dello stato dell’animale e dei tempi di somministrazione. Si consiglia comunque di non somministrare più di 10 grammi per kg di peso dell’animale al giorno.

Il modo migliore per somministrare il reishi è quello di mischiarlo con gli alimenti, soprattutto quelli che presentano grassi e olii che contribuiscono a mascherare il sapore amaro del prodotto.

Il reishi è sicuro per i nostri animali da compagnia?

Numerosi studi sul Ganoderma lucidum sono stati realizzati con animali: cavalli, conigli, maiali, ratti e topi. In base ai risultati della ricerche condotte sino ad ora è possibile affermare che il reishi è sicuro per gli animali, soprattutto se somministrato alle dosi consigliate. Per questi motivi i potenziali effetti benefici del Ganoderma lucidum per l'uomo sono validi anche per gli animali ed in particolare per tutti quelli appartenenti alla classe dei mammiferi.

 

Animale

Che quantità somministrare?

Per animali di peso superiore a 20 kg:

Nel caso si voglia somministrare per lunghi periodi come mantenimento/prevenzione è possibile calcolare la quantità utilizzando la seguente equazione che è valida per animali di peso uguale o superiore a 20 kg:

  • 1/60 x kg di peso dell’animale = g di prodotto da somministrare.

Se invece l’animale presenta sintomi di decadenza la formula da utilizzare è la seguente:

  • 5/60 x kg di peso dell’animale = g di prodotto da somministrare.

Per esempio se il vostro cane pesa 20 kg, come mantenimento è possibile dargli:

  • 1/60 x 20 = 0,0166 x 20 = 0,33 grammi equivalenti a circa una punta di cucchiaio da caffè al giorno.

Mentre che nel caso di sintomi di decadenza di un animale di peso uguale o superiore a 20 kg:

  • 5/60 x 20 = 0.083 x 20 = 1,66 grammi equivalenti a circa 1,5 cucchiaini da caffè rasi.

In questo caso è consigliabile somministrare il prodotto ripartito in 3 dosi di circa 0,55 grammi (ovvero mezzo cucchiaio da caffè raso) durante l’arco della giornata e se possibile contemporaneamente ai pasti principali (prima o dopo è indifferente) per fare in modo che le sostanze benefiche del Ganoderma lucidum permangano nell’organismo il più a lungo possibile e per migliorare la metabolizzazione (assorbimento) del reishi assieme agli altri alimenti.

Le formule sopra descritte rappresentano comunque formule empiriche generiche che permettono di calcolare una dose minima efficace1 adattabile al peso di animali superiori a 20 kg. Infatti tutti i dosaggi sopra indicati possono essere notevolmente aumentati se si considera che gli studi condotti su animali non hanno evidenziato effetti di tossicità cellulare a concentrazioni molto più elevate, anche di decine e centinaia di volte superiori a quelle consigliate1-3. In base alla bibliografia disponibile si consiglia comunque di non andare oltre i 10 grammi per kg di polvere di Ganoderma lucidum 4.

Nella medicina tradizionale cinese si raccomanda in generale un’assunzione di 0,5-1 grammo al giorno di mantenimento a lungo termine, 2-5 grammi per le malattie croniche e fino a 15 grammi al giorno per malattie gravi5. La farmacopea della Repubblica Popolare Cinese raccomanda di assumere 6 grammi di polvere di Ganoderma lucidum al giorno 6.

Per animali di peso inferiore ai 20 kg:

Nel caso di somministrazione per mantenimento/prevenzione si consiglia di somministrare almeno la dose minima efficace di 0,3 grammi al giorno. Nel caso di sintomi di decadenza le quantità ingerita non dovrebbe essere inferiori a 1,5 grammi, suddivisa sempre in tre dosi da 0,5 grammi. Nel caso di gravi sintomi di decadenza è possibile somministrare una dose di impatto più elevata di 6 grammi al giorno suddivisa sempre in tre somministrazioni da 2 grammi. Trascorsa una settimana passare a dosaggi inferiori.

Importante

  • In ogni caso si consiglia sempre di non eccedere i 10 grammi per kilo al giorno di polvere di reishi.

  • Tutti i quantitativi indicati sono validi per la polvere ottenuta dai Carpofori del fungo (la parte del fungo commestibile) dai quali MundoReishi ottiene la polvere che commercializza. Infatti, ad esempio, un grammo di estratto di reishi può contenere una concentrazione di molecole specifiche 200 volte superiori a quelle che si ingerirebbero mangiando la stessa quantità di fungo tal quale. Per maggiori informazioni si veda la scheda “perché lavoriamo solo reishi in polvere” nella sezione "Qualità MundoReishi" alla pagina web: www.mundoreishi.com/it.
  • Le informazioni riportate riguardano i dosaggi consigliati per i mammiferi, non essendo disponibili informazioni relative ad uccelli, anfibi, rettili e altre classi di animali.

Come somministrarlo?

Il modo migliore per somministrare il reishi è mischiarlo assieme agli alimenti. In particolare i grassi e gli olii contribuiscono a mascherare il sapore amaro del Ganoderma lucidum che proviene dalle sostanze polifenoliche e triterpeniche in esso contenute.

Puó provocare effetti indesiderati?

Alcuni effetti indesiderati che potrebbero verificarsi in seguito all’assunzione prolungata di reishi sono dissenteria e arrossamenti cutanei, che in alcuni soggetti intolleranti possono essere provocati dalle stesse proprietà benefiche del reishi di fluidificare i liquidi biologici (prevenzione di trombi, ecc.) e dalle proprietà disintossicanti. Per questo, nel caso si dovessero riscontrare problemi nelle feci o un aumento dei sintomi di prurito, si consiglia di diminuire i dosaggi e se non dovessero passare di interromperne l’assunzione. In alcuni casi sono stati anche riportati sintomi relativi a disidratazione e secchezza delle mucose e sonnolenza. L’assunzione di reishi è inoltre sconsigliata nel caso l’animale stesse assumendo farmaci anticoagulanti o farmaci contro l’ipertensione.

 

Infine occorre ricordare che il reishi non è un farmaco ma un alimento e per questo motivo consigliamo sempre di rivolgersi ad un veterinario in caso di problemi di salute del vostro animale.

 

Bibliografia di riferimento

1.         Chang R. Effective dosage of Ganoderma in humans. 5th International Mycological Congress; 1994: Buchanan, Hseu and Moncalvo; 1994.

2.         Figlas D, Curvetto N. Medicinal mushroom reishi (Ganoderma lucidum). Main toxicity and allergenicity Studies. Dosage, posology and side effects. In: medicinales Rldhcy, editor. www.hongoscomestiblesymedicinales.com/P/3%20G.pdf

3.         Soo TS. Effective dosage of the extract of Ganoderma lucidum in the treatment of various ailments. In: Mushroom biology and Mushroom products, Ed. Royse. Pennsylvania State University. 1996; pp: 177-85. http://wsmbmp.org

4.         Ye L, Zhiyong X, Wei L, Birong Z. Study on acute toxicity and genetic toxicity test of Ganoderma Lucidum Spore Powder Capsule. Tianjin Pharmacy 2007; 2: 002. http://en.cnki.com.cn/Article_en/CJFDTOTAL-TJYA200702002.htm

5.         Li EK, Tam LS, Chun KW, et al. Safety and efficacy of Ganoderma lucidum (Lingzhi) and San Miao San supplementation in patients with rheumatoid arthritis: A double-blind, randomized, placebo-controlled pilot trial. Arthritis Care Res 2007; 57(7): 1143-50. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17907228

6.         American Herbal Pharmacopoeia. Reishi Mushroom. 2006. www.herbal-ahp.org/documents/mono_contents/reishi.pdf